Viterbo: il mozzo della Tuscia

Avete presente la ruota di una bicicletta? Sicuramente sì, visto che state visitando il sito di “Passione a Pedali”! Ebbene, immaginate il territorio della provincia di Viterbo: Viterbo città è il mozzo e da lei si dipana una varietà di itinerari, lungo i raggi della ruota.

Questa è la Tuscia

Viterbo City Center

Viterbo, il mozzo, è conosciuta principalmente per il suo Palazzo Papale e per questo chiamata la Città dei Papi. Il suo centro storico è il più grande e meglio conservato centro storico medievale d’Italia con i pittoreschi quartieri di San Pellegrino e Pianoscarano. La città è altresì nota per le sue acque termali, per le sue aree archeologiche disseminate tutto intorno alla città e anche per una tradizione enogastronomica che offre piatti e condimenti ottimi ed a Km 0.

Lago di Vico

Andando verso sud est in direzione di Roma, raggiungiamo la via Amerina, un’antica via che ancora congiunge Roma alla vicina Umbria e le Forre di Corchiano, una sorta di valle scavata nel Tufo dagli antichi etruschi. Spostandosi più a sud, ma non lontano da qui, troviamo il Lago di Vico, d’origine vulcanica, circondato da faggi e castagni che appartengono ad una intatta area protetta (riserva Naturale del Lago di Vico).

Il Palazzo farnese di Caprarola, è uno di quei siti che meritano assolutamente una visita, teatro nei tempi passati dei fasti della Famiglia che tanto ha contato nella storia d’Italia del XVI e XVII secolo, ed ora prestigiosa location per molti film e serie televisive famose come la serie de “I Borgia” con Jeremy Irons e il film “Operazione U.N.C.L.E.” con la regia di Guy Ritchie.

Parlando di scenari da film, i giardini rinascimentali di Villa Lante e de “Il Parco dei mostri” siti rispettivamente nei paesi di Bagnaia e Bomarzo, sono due unicità della zona scelte per girare la serie tv “The Young Pope” con Jude Law e Diane Keaton, la prima e “Sogno d’una notte di mezza estate di Michael Hoffman, la seconda. Questi giardini rappresentano due facce della stessa medaglia, la Villa Lante elegante connubio di arte e natura con le sue fontane incastonate in uno splendido giardino all’italiana, il “Parco dei mostri” o “Sacro Bosco” è invece un parco dove creature bizzarre in pietra vi accoglieranno per regalarvi un’esperienza magica.

Tuscania – Chiesa di San Pietro

Andiamo a sud ovest verso la necropoli etrusca di Castel D’Asso fino a raggiungere gli scenari della Maremma laziale e la meravigliosa città di Tarquinia, con la sua necropoli patrimonio dell’ UNESCO. Sullo stesso “raggio” troviamo Tuscania con le sue Chiese Romaniche che merita decisamente una visita.

Andando verso Nord seguendo la Via Francigena troviamo il Lago di Bolsena, il bacino vulcanico più grande d’Europa. Sulle sue sponde si specchiano paesini di rara bellezza, perfettamente conservati nelle loro caratteristiche. Quì possiamo degustare una cucina antica, legata alla terra e al lago come la zuppa di pesce lacustre chiamata “sbroscia”, fragrante della mentuccia dei campi.

Assolutamente da non trascurare i meravigliosi vini della zona, frutto della coltivazione su terreno vulcanico :l’Est Est Est in primis, ma poi il Grechetto, l’Aleatico e La Cannaiola.

Non lontane dal lago troviamo altre località che stanno acquistando una risonanza internazionale: Civita di Bagnoregio e la Valle dei calanchi, e la meno conosciuta ma affascinante Valle della Vezza, su cui domina l’antico borgo di Vitorchiano, e da lì il passo per Corviano, canyon meraviglioso e sconosciuto.

Benvenuti in Tuscia !